Acilia

Tracce nascoste
dietro una storia non rassegnata
al minimalismo di una sala pose.
Riluttante alla foto.
Con l’inerzia apparente
di origini annebbiate
dallo sviluppo recente,
disperso in mille criteri.
La messa a fuoco qui
risulta sempre opinabile.
I giardini,
ovatta che abbraccia
basse abitazioni.
Rimesse e rottami,
alternati alla pretesa
di villette borghesi.
Cancelli d’ingresso comuni
si aprono alla complessa identità
di un doppio numero civico.
In Via del Rosmarino,
l’indizio di quello che fu
nel rispetto reclamato da un cane,
solo in apparenza aggressivo.
Che abbaia e non demorde.