SPACCATO (GATTOPARDESCO) DI NAPOLI

October 07, 2015  •  Leave a Comment

Il solo fatto che si discuta di un Bassolino potenzialmente sindaco è tumore. Si è forse in tempo per prenderne coscienza. 
Eppure, turba il detrito post-ideologico che anche qui alberga così frequente per il quale sedicenti napoletani si sentano titolati a parlare di Napoli magnificandola e decantandola. Alcuni, popolari e applauditi custodi di un neo-razzismo difensivo che rigetti forestieri detrattori e sputtanatori.
E' un rigurgito che raccoglie in un brodo fetido il pericolosissimo guappetiello da tafferugli in stadio o in strada e il benpensante salottiero, pseudo-colto, compiaciuto e nostalgico di una non ben comprensibile "napoletanità" da cartolina.
Uniti da scopi differenti (di distintissima casta), in una truffa senza età, storica, nemmeno silenziosa: un letale anestetico che offusca lo scandalo quotidiano incivile e asociale in cui versa la città.
Un vergognoso derby de magistris-bassolino mette anche qui le sue radici.
I napoletani seri (non uso "perbene" che rimanda a un'accezione classista e caramellosa) sono tanti: al di fuori di questi schieramenti fondamentalisti e camorristi, c'è ancora una coscienza laica, lucida, critica, veramente alternativa per una svolta utile?


Comments

No comments posted.
Loading...

Archive
January February March April May June July August (12) September (5) October (3) November December
January February March April May June July August September October November December
January February March April May June July August September October November December